Sono passati 50 anni dal tragico evento che ha colpito Firenze e la Toscana. Quest’anno il ricordo dell’alluvione del 1966 permette di fare un bilancio su come questa occasione abbia avuto un significato diverso rispetto alle ricorrenze del passato.

Il 31 ottobre, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Firenze, si tiene un incontro che ha lo scopo di documentare questa diversità con i risultati ottenuti nei quattro anni di attività del Comitato Firenze 2016.

Nel corso del 2017, il Comitato di è fatto promotore di una importante documentazione organica e scientifica in merito all’alluvione. Si pensi alla mostra La Bellezza Salvata a Palazzo Medici Riccardi che ha permesso di documentare il grande lavoro di restauro delle opere alluvionate; si pensi – ancora – alla costituzione nel sistema bibliotecario dell’Ateneo fiorentino di un Centro di Documentazione sulle alluvioni di Firenze, che colma una grave lacuna nella documentazione organica e scientifica di eventi storici così importanti per la Città.

Il Comitato Firenze 2016, quando è nato nel 2013 e fino ad oggi, ha cercato di avere obiettivi non celebrativi ma di affrontare sotto molteplici punti di vista il problema del rischio idraulico della Città.

In questo incontro il bilancio è rivolto soprattutto a questo aspetto, evidenziando il contributo del ITSC -International Technical Scientific Committee e le attività di monitoraggio e di modellistica idraulica dell’Arno realizzate dal Comitato Firenze 2016, dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Firenze e dal CERAFRI.

L’anniversario dell’alluvione è stato inoltre l’occasione per l’avvio di due iniziative di coordinamento nazionale ed internazionale – il GRAL – Gruppo Alluvioni e il CERHER – Centre of Resilience on Heritage – per affrontare il tema della riduzione del rischio legato alle catastrofi naturali.

Nella Tavola Rotonda conclusiva “Il rischio idraulico di Firenze – Presente e futuro” le istituzioni responsabili si confronteranno sul cambio di passo che si è verificato negli ultimi anni per affrontare finalmente in modo concreto la riduzione del rischio idraulico della Città anche a fronte delle variazioni climatiche.

L’evento sarà trasmesso in streaming a questo link. Ecco il programma del 31 ottobre:

MATTINA
Coordinamento: Mario Primicerio – Vice Presidente Comitato Firenze 2016

9.00 – 09.30 Saluto delle Autorità:
Luigi Dei – Rettore dell’ Università degli Studi di Firenze
Alessia Bettini – Comune di Firenze
Claudio Lubello – Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

I risultati del Progetto Firenze 2016

9.30 – 9.50 Giorgio Valentino Federici – Segretario Comitato Firenze 2016: Quattro anni diattività

Presentazione del Rapporto dell’ITSC – International Technical Scientific Committee
Chairperson: Giovanni Seminara – ITSC – Accademia dei Lincei

9.50 – 10.30 Jerry G. Galloway – Presidente ITSC

10.30 – 11.00 DIBATTITO

11.00 – 11.20 Cristina Acidini, Presidente Accademia delle Arti del Disegno, Elena Capretti, storica
dell’arte: Firenze 1966-2016. La Bellezza Salvata. Le ragioni e il bilancio di una mostra

11.20 – 11.40 Floriana Tagliabue – UNIFI – Direttore del CEDAF: Il Centro diDocumentazione
sulle alluvioni di Firenze

11.40 – 12.00 Enio Paris – UNIFI: ll monitoraggio dell’Arno e la riduzione del rischio idraulico

12.00 – 12.20 Fabio Castelli – UNIFI: Sinergie fra difese strutturali e non strutturali

12.20 – 12.40 Antonio Sgamellotti – Accademia dei Lincei: CERHER – Centre of Resilience on Heritage

12.40 – 13.00 Francesco Laio – Politecnico di Torino: Dal Progetto Firenze 2016 al Gruppo Alluvioni
(GRAL)

13.00 – 13.30 DIBATTITO

POMERIGGIO

15.00 – 16.30 TAVOLA ROTONDA: Il rischio idraulico di Firenze – Presente e futuro
Coordinamento: Francesco Carrassi – Direttore “La Nazione”
Partecipanti:
Mauro Grassi – Italia Sicura – Governo Italiano
Gennarino Costabile – Regione Toscana
Alessia Bettini – Comune di Firenze
Massimo Lucchesi – Autorità di Distretto Appennino Settentrionale
Alessandro Mazzei – Autorità Idrica Toscana
Marco Bottino – ANBI – Associazione Nazionale Consorzi di Bonifica – Toscana
Luca Solari – Università degli Studi di Firenze

16.30 -17.00 DIBATTITO

 

Scarica qui il programma dell’evento. 

Post correlati