Il 4 novembre in Palazzo Vecchio ci sarà un importante raduno di tutti i volontari che, nel 1966, contribuirono a salvare Firenze. Sono attesi Angeli del fango provenienti da tutto il mondo. Comune, Regione, Governo e Protezione Civile hanno lanciato un appello a partecipare alle celebrazioni del 50esimo anniversario dell’alluvione e un invito ai fiorentini ad ospitare gli Angeli del fango nelle loro case.

“Firenze è pronta ad abbracciare  i ragazzi e le ragazze del ’66. Dobbiamo dire grazie ancora una volta a quelle migliaia di giovani che nei tragici giorni dell’alluvione giunsero da ogni parte del mondo e dell`Italia insieme a tantissimi soldati di leva, portando passione civile, sentimento, generosità, un coraggio commovente, aiuti alle popolazioni sommerse dall`acqua e dal fango”. Con questo appello agli Angeli del fango di tutto il mondo a tornare a Firenze per il 50esimo anniversario dall’alluvione, il sindaco Dario Nardella ha presentato in Palazzo Vecchio le iniziative che la città dedicherà ai tragici eventi del 1966, nella settimana dal 2 al 6 novembre prossimi.

Culmine degli appuntamenti sarà proprio il Raduno degli Angeli del Fango che si terrà il 4 novembre nel Salone dei Cinquecento e – con l’occasione – il sindaco ha invitato i fiorentini ad aprire le proprie case per ospitare coloro che salvarono la città cinquant’anni fa.

Vogliamo ricordarli e ringraziarli tutti per conservare le storie e la memoria di quell`evento che è parte della nostra identità” – ha detto Nardella ricordando poi – insieme ai rappresentanti di Governo, Regione, Comitato Firenze 2016 e Protezione Civile Nazionale, gli altri appuntamenti promossi a novembre.

Anche la vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni ha ricordato la straordinaria lezione di partecipazione civile degli Angeli del Fango. Proprio a loro e al raduno del 4 novembre sarà dedicata una sezione sul sito toscana.firenze2016.it uno spazio online pensato non solo per dare visibilità a celebrazioni e progetti legati all’anniversario dai fatti del 1966,  ma anche un luogo virtuale che diventi spazio attivo di scambio di buone pratiche ed esperienze.

Nell’area dedicata agli Angeli del fango, raggiungibile a questo link, si possono leggere le iniziative e le agevolazioni riservate a questi ultimi. In particolare, “Firenze Convention & Visitors Bureau” collaborerà attivamente per fornire indicazioni logistiche agli Angeli del fango attraverso il sito www.florencecongressbooking.com.

 

Post correlati