Sabato 14 ottobre torna l’appuntamento con “Io non rischio” la campagna della Protezione Civile nazionale per sensibilizzare sulle buone pratiche e sulla prevenzione. Tantissimi volontari di diverse associazioni scenderanno in piazza per incontrare i cittadini e far crescere la consapevolezza sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. Le piazze coinvolte in Toscana saranno 9: Firenze, Prato, Pistoia, Pisa, Lucca, Massa, Arezzo, Siena, Grosseto, che saranno animate da tantissimi eventi ad hoc, come camminate sportive, trekking urbano e caccia al tesoro trasformando la giornata in una bella occasione d’incontro e di svago oltre che di formazione e prevenzione.

Per quanto riguarda la città di Firenze le piazze coinvolte sono: Santa Croce, piazza Annigoni e piazza San Lorenzo dove saranno allestiti gazebo e punti informativi sui singoli rischi con esposizione di materiale fotografico storico utile per prendere confidenza con il territorio e con la memoria di questi luoghi.

Durante tutta la giornata sarà possibile partecipare a percorsi culturali di trekking urbano nel centro storico per seguire e ripercorrere le tracce e la storia delle alluvioni che nel tempo hanno colpito Firenze. Tre i percorsi percorso lungo con partenza alle 14:30 (5,5km – 2h circa), percorso breve A con partenza alle 11:00, 15:00, 17:00 (3,5km – 1:15h circa) e percorso breve B con partenza alle 10:00, 14:00, 16:00 (3,5km – 1:15h circa), ognuno di questi sarà guidato da uno o più volontari dell’associazione Lares. Tutti i percorsi si concluderanno con la visita al Museo dell’Opera di Santa Croce, luogo simbolo dell’Alluvione di Firenze. La prenotazione non è necessaria e la partecipazione è gratuita.

Dalle 16:30 si terrà il momento dei racconti dal vivo, incontri con esponenti del mondo della cultura e cittadini che racconteranno le loro esperienze vissute in situazioni di emergenza. Interverranno: Antonina Bargellini, Maurizio Naldini (giornalista e scrittore), Aldo Giovannini (documentarista sui terremoti del Mugello) e alcuni volontari delle Associazioni presenti in piazza.

Tante le iniziative rivolte ai bambini con giochi, video tematici e “Mi lego al territorio” dove un team di studenti del politecnico spiegheranno il rischio idraulico grazie ai colorati mattoncini Lego.

L’invito a scendere in piazza è naturalmente rivolto a tutti, cittadini grandi e piccoli, senza nessun limite di età, per incontrare i volontari e apprendere i comportamenti corretti e di autoprotezione da adottare quando si verifica un terremoto o una alluvione, per rafforzare la resilienza della nostra comunità.

Sabato, in piazza, ci sarà anche il Comitato Firenze 2016 e potrete vivere alcuni momenti dell’evento e delle varie iniziative in diretta sulla pagina Facebook di Toscana Firenze 2016.

 

Articolo a cura di Chiara Bianchini

Post correlati