Lunedì 11 dicembre a Perugia, nella sede di Palazzo Cesaroni si terrà un convegno sulla Resilienza delle Città d’Arte ai Disastri Naturali che, partendo dalle linee guida tracciate dall’UNISDR (United Nations Office for Disaster Risk Reduction), si concentrerà sulla situazione italiana per comprenderne le necessità in termini di prevenzione e tutela del patrimonio artistico.

Durante il convegno verrà presentato il Centro di Competenze Integrate per la Promozione della Resilienza delle Città d’Arte ai Disastri Naturali in Umbria, Toscana, Marche, CERHER (Centre of Resilience on Heritage).
Si tratta di una terza presentazione del CERHER: la prima era stata realizzata a  Camerino il 13 ottobre per la giornata mondiale per la difesa dalle catastrofi naturali. In seguito, è stato presentato al convegno “Un anniversario diverso” il 31 ottobre in Aula Magna dell’Università di Firenze dal prof. Antonio Sgamellotti. A questo link si possono consultare le slide del professore.

Il CERHER è il primo tentativo, su scala macroregionale, di promozione delle pratiche di resilienza delle città d’arte alle catastrofi naturali; Per conoscere nel dettaglio gli obiettivi del Centro, si può consultare questo dépliant.

La nascita del CERHER è stata segnalata nel sito UNISDR lo scorso 13 ottobre, in occasione della Giornata Internazionale per la Riduzione del Rischio da Disastri, che il CERHER ha celebrato con una presentazione presso l’Università di Camerino.

Il convegno di Perugia inizierà con i saluti delle autorità regionali (C. Marini, Presidente della Regione Umbria), locali (A. Romizi, Sindaco di Perugia) ed accademiche (Rettori delle Università di Perugia, Camerino e Firenze) e si concluderà con un intervento del Sottosegretario al Ministero dell’Interno, On. G. Bocci.

Il CERHER verrà illustrato dal suo Presidente, Prof. A. Sgamellotti, Accademico dei Lincei. Le relazioni principali saranno tenute da tre autorevoli esperti, con rilevanti incarichi istituzionali: Prof.ssa C. Acidini (Presidente Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, già Soprindentente per il Polo Museale Fiorentino), Prof. C. Doglioni (Presidente INGV, Accademia Nazionale dei Lincei), Generale F. Parrulli (Comandante Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale).

Seguirà la tavola rotonda “Resilienza delle città d’arte ai disastri naturali nella macroregione Umbria, Toscana, Marche: esperienze pregresse ed iniziative future” che coinvolgerà, in modo interdisciplinare, relatori provenienti dai diversi settori di applicazione della Resilienza.

Per il programma della giornata dell’11 dicembre, clicca qui.

Post correlati