Il Comune di Pontassieve per il 50° anniversario dell’alluvione ha definito un programma articolato di eventi ciascuno dei quali finalizzato a ravvivare la memoria di quei tragici giorni ma anche a fornire un quadro più complessivo del rapporto con la Sieve e l’Arno e di come questo sia evoluto neggli anni, o a fornire stimoli culturali intorno ai quali far crescere il senso di comunità e di spirito civico.

 

Il programma si estende su un arco temporale molto ampio con inizio previsto l’8 ottobre prossimo fino al 12 gennaio 2017.

 

Innanzitutto mostre:

l’ 8 ottobre prossimo con l’ Inaugurazione della  mostra documentaria e fotografica “Arno… cresce se Sieve mesce! “ sull’alluvione del 4 novembre 1966 a Pontassieve, la mostra sarà visitabile fino al 12 gennaio 2017

il 22 ottobre si terrà il convegno “Il fiume ieri oggi e domani” e sarà inaugurata la mostra fotografica La vita intorno al fiume a cura dei Fotografi del Levante Fiorentino, mostra è visitabile fino al 4 gennaio 2017.

 

Varie le pubblicazioni oggetto di presentazione ed confronto:

il 13 ottobre, ore 21.00 Sala delle Eroine Presentazione del volume monografico di Testimonianze “La Grande Alluvione”

il 15 ottobre, ore 10.30, Biblioteca Comunale Storia corta di una goccia, lettura animata e laboratorio per bambini a cura di Ilaria Danti

il 28 ottobre, ore 17.30, Biblioteca Comunale Presentazione del libro di Simona Baldanzi  Maldifiume. Acqua, passi e gente d’Arno. Ediciclo

Sabato 12 novembre la Giornata di studi in memoria di Idana Pescioli a cura dell’Associazione Fotografi del Levante Fiorentino Sala del Consiglio Comunale “Com’era l’acqua, Scuola e territorio”.

 

Una rappresentazione teatrale il 3 e 4 novembre, ore 21,00, presso il teatro Balducci, circolo Primo Maggio Sieci, dal titolo “LA CUCINA SOTT’ACQUA”, commedia in lingua fiorentina in due atti scritta da Antonella Zucchini, regia di Cristiano Malvenuti, scenografie di Filippo Marranci. Interpreti Marcello Sbigoli, Micaela Frulli, Anna Serena, Stefano Bonini, Bruna Venticonti, Gianfranco Obinu, Daniela Ferri, Daniele Brandani, Roberto Ufrasi

 

Proprio allo scopo di ravvivare la memoria e rinsaldare il legame tra passato e futuro, il Comune di Pontassieve, in coordinamento con il Comitato Firenze 2016, si è dato l’obiettivo di rintracciare il maggior numero possibile di quei bambini autori dei disegni a Pontassieve e nelle altre città vicine (scarica la lettera inviata ai Comuni limitrofi per esortarli alla ricerca) per una loro presenza e testimonianza (video) del metodo educativo di Idana Pescioli. Le interviste saranno realizzate dal Centro di Documentazione Audiovisiva (CDA) del Comune di Pontassieve e, almeno in parte, saranno presentate durante il convegno.

Post correlati