L’anniversario dell’alluvione del 1966 è passato da qualche mese, ma la memoria continua. Proseguono gli incontri, i convegni a tema di prevenzione e, soprattutto, continuano a farci emozionare quelle storie raccontate da chi, quel 4 novembre, era presente.

Oggi ringraziamo moltissimo Raffaele Virdis che ci ha inviato una foto di quel periodo. Lui stesso è stato ripreso in uno scatto da un fotografo dello Studio Vaghi Parma mentre stava ripulendo un plico di mappe catastali acquerellate del Settecento della campagna fiorentina.
Il luogo dello scatto è il Chiostro di Santa Croce.