Diffondere le informazioni sul rischio alluvionale di un territorio, può essere complesso, soprattutto se ci si rivolge a bambini e ragazzi. Da questa necessità è nato Mi LEGO al Territorio, il progetto di un gruppo di studenti del Politecnico di Torino nell’ambito della protezione del territorio e della comunicazione del rischio alluvionale. Cuore di questa iniziativa è un modellino di un bacino idrografico realizzato con mattoncini Lego. Questo modellino vieni infatti utilizzato per fare formazione sul rischio idraulico nelle scuole o in occasione di eventi speciali, era infatti installato in Piazza Santa Croce a Firenze, lo scorso 14 ottobre, per “Io non rischio. Bambini e ragazzi si mettono così in gioco costruendo edifici e infrastrutture in miniatura con i lego e poi ne verificano la stabilità e gli effetti sul territorio simulando eventi meteorici e alluvionali all’interno della vasca appositamente predisposta.

Ecco una dimostrazione in questa video intervista a Francesco Appicciafuoco, studente del Politecnico di Torino che collabora al progetto:

 

Articolo e intervista di Chiara Bianchini